%AM, %15 %398 %2018 %10:%Ott

La Roma di Caravaggio

Passeggiata culturale dedicata al grande

Caravaggio

       "luci e ombre nella vita di un genio" 

domenica 21 ottobre

   

Michelangelo Merisi, meglio noto come  Caravaggio, fu il pittore che  rivoluzionò il linguaggio pittorico di fine cinquecento, con una visione moderna e  realistica, per l'epoca sconcertante.  Nato a Milano nel 1571, frequentò l'alunnato presso il pittore  Simone Peterzano e, giunto a Roma, si trovò a contatto  con un ambiente  pittorico   dominato dal  tardo-manierismo e dalle  figure degli Zuccari e del Cavalier d’Arpino, che invano tentavano di restituire vigore e freschezza ad un linguaggio fatto di ricercati stilismi e preziose raffinatezze, ormai abbondantemente ricalcato.

 

Ripercorreremo le vicende  della   sua breve  ed intensa vita   attraverso alcune delle sue opere più belle e  con una passeggiata lungo  i luoghi più significativi del suo soggiorno romano, ricostruendo  il tessuto sociale dell'ambiente in cui visse, descrivendo le sue donne, i suoi amici. 


Inizieremo con la visita della Chiesa nazionale di Francia, San Luigi dei Francesi, che conserva nella Cappella Contarelli tre grandi capolavori del Caravaggio: Vocazione di San Matteo (1599-1600), San Matteo e l’Angelo (1602) e il Martirio di San Matteo(1602).
Raggiungeremo poi  la Chiesa di Sant’Agostino, dove  ammireremo la magnifica Madonna dei Pellegrini (1604-1606).
Avanzeremo poi verso Via della Lupa, dove scopriremo insieme il sito di un’antica locanda, l’ “Osteria della Lupa” , frequentata assiduamente dal Merisi.
Procedendo verso il Vicolo del Divino Amore, ci recheremo presso la CASA, RIMASTA INTATTA, che ha ospitato il grande Maestro per un anno del suo soggiorno romano.
Giungeremo poi in Via della Pallacorda, luogo divenuto celebre per il litigio tra il pittore e Ranuccio Tomassoni, in cui quest’ultimo perse la vita.

 

 

Passeggiata culturale: domenica 21 ottobre alle ore 15:00
Appuntarmento: ore 15:00 (massima puntualità), Piazza di S. Luigi de' Francesi, davanti all'omonima chiesa
Quota di partecipazione: €12,50 (a persona), si prega di portare banconote di piccolo taglio
Prenotazione
:  per prenotarsi è sufficiente inviare una mail di conferma a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., oppure un messaggio (sms o whatsapp) al 3208424686.


Vi preghiamo nella prenotazione di comunicarci il vostro nominativo, il numero dei partecipanti, e un contatto telefonico di riferimento per potervi comunicare eventuali cambi di programma.

%AM, %09 %410 %2018 %10:%Ott

 Sabato 10 novembre ore 16,15 : apertura straordinaria della Domus Aurea di Nerone

Alla scoperta  della prestigiosa e famosa Domus Aurea: la residenza privata dell'imperatore Nerone. Un sito archeologico straordinario che esprime la sua suggestiva bellezza grazie anche ai continui restauri che la interessano ormai da diversi anni.
Il nome deriva dal latino, lettaramente “casa d’oro”. Prese questo nome stravagante grazie agli estesi rivestimenti in oro colato voluti dall'imperatore e al soffitto abbellito con pietre semi-preziose e lamine d’avorio. La villa si estendeva per circa 250 ettari, la maggior parte della superficie era occupata da giardini con padiglioni destinati alle feste. Al centro dei giardini che comprendevano boschi e intere vigne, esisteva un laghetto in parte artificiale, nel quale successivamente sorgerà il
Colosseo.
A metà percorso è prevista una visita virtuale nella quale verrà proiettato un video che illustrerà le fasi salienti relative alla storia dell'impero romano durante il periodo neroniano.

Visita Culturale: Sabato 10 novembre ore 16:15 
Appuntamento: ore 15:45
Quota di partecipazione: €30,00, pagamento tramite bonifico bancoposta all'Iban: T43J0569603219000004793X28 Causale: Visita guidata nella Domus Aurea 
Prenotazioni: Per prenotarsi è necessario inviare una mail di conferma, specificando il proprio nome, numero dei partecipanti, un recapito telefonico e la copia del bonifico all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

%AM, %20 %401 %2018 %10:%Set

Le meraviglie del Campo Marzio meridionale
Una straordinaria passeggiata culturale dedicata alla storia dell'Antica Roma - dall'età repubblicana sino al periodo di Augusto
Domenica 30 settembre dalle ore 10:30

Affrettatevi ad iscrivervi per non perdere questa straordinaria passeggiata

La zona del Campo Marzio Meridionale era centro di alcune dei più importanti monumenti dell'età imperiale: alcune opere grandiose sopravvissute nel tempo e altre che ormai non esistono più. 
Proprio di queste ultime riveleremo i resti archeologici testimoni di uno dei periodi più gloriosi della storia di Roma. 
Con l'ausilio delle fonti storiche e letterarie, scopriremo anche le trasformazioni urbanistiche di quest'area e impareremo a riconoscere, tra gli edifici di più recente costruzione, i segni degli splendori della Roma augustea.
La nostra passeggiata inizierà dall’area sacra di Largo Argentina, il cui nome deriva dalla presenza della residenza dell'ambasciatore di Argentoratum (l'attuale Strasburgo), fino al Pantheon, tempio dedicato a tutte le divinità, uno dei monumenti romani meglio conservati e che ancora oggi presenta un fascino intatto.
Il Pantheon è sicuramente il più imponente e suggestivo edificio che ci sia giunto, edificato nelle forme originarie da Marco Vipsanio Agrippa, genero di Augusto e nel 27 d.C,ì venne completamente ricostruito dall'imperatore Adriano nel II secolo d.C

Passeggiata culturale: domenica 30 settembre alle ore 10:30
Appuntamento: ore 10:15, Largo di Torre Argentina, davanti alla Feltrinelli
Quota di partecipazione: €12,50 - in contanti, si prega di portare con se banconote di piccolo taglio.
Prenotazione: per prenotarsi è sufficiente inviare una mail di conferma a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., oppure un messaggio (sms o whatsapp) al 3208424686.

 

 

La Nostra Mission

La nostra missione è quella di promuovere la vita attraverso l’arte e il patrimonio monumentale, archeologico e la cultura. Animati da uno spirito di solidarietà e fratellanza, puntiamo all'incontro e il confronto delle culture del mondo al fine di conoscerle, apprezzarle ed imparare a vivere la diversità come un valore. Il nostro orizzonte è quello di un mondo in cui l’arte e la cultura siano una via di “apertura alla vita”, alla pace, alla fratellanza e alla solidarietà.

Questo sito utilizza i cookies: continuando accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra.