09 LUGLIO 2018

IL FORO ROMANO E I FORI IMPERIALI

AFFASCINANTE PASSEGGIATA NOTTURNA

NEL CUORE ANTICO DELLA CITTA’

 IN UNA CORNICE DI STRAODINARIA BELLEZZA  (PASSEGGIATA ESTERNA)

Visiteremo, passeggiando, il centro amministrativo, politico e religioso che si sviluppò per centinaia di anni in un continuum monarchico, repubblicano ed imperiale, in una sequenza di magnifiche piazze monumentali.I templi, le basiliche, il senato, svettano, segnati dalla  patina del tempo che ne ha modellato le forme,  affascinanti testimoni dei luoghi  delle gloriosa storia romana, dei suoi protagonisti  e della più grande città del mondo antico

Dalla terrazza del Campidoglio ammireremo  Il Foro romano, Nel foro si  svolgevano comizi, processi, giochi gladiatori, feste, trionfi che si snodavano in processioni fino al tempio  di Giove Capitolino. Vi furono affisse le dodici tavole  bronzee che formarono a lungo la base del diritto romano. Il   miliario aureo segnava il punto di partenza delle strade consolari romane. Qui Marco Antonio  pronunciò il famoso discorso davanti al corpo trafitto di Cesare. Qui  fu eretta la sua  pira funebre e sorse il tempio in onore del Divo Giulio.                                                                                                                                                                                      

Dal clivo degli argentari  ammireremo il Foro di Cesare , circondato da portici e dalla basilica argentaria,  un  sontuoso complesso ,  realizzato dopo la Vittoria su Pompeo ed   inaugurato nel 46 a.C. , con un grande  tempio in  marmo dai  capitelli corinzi,  ornato da  amorini  e dedicato a Venere Genitrice, legittimazione  politica di Cesare,  discendente dalla gens Iulia e da Venere. 

Su via Alessandrina  descriveremo il vasto complesso del Foro di Augusto,  con il tempio dedicato a  Marte Ultore (dal lat. ultor - vendicatore) , eretto  dopo la  vittoria sui  cesaricidi a Filippi (42 a.C.) e  chiuso  in un abbraccio  da ampie esedre colonnate , decorate con le  statue  dei progenitori di Roma (Enea, Romolo)  e dei suoi uomini illustri  e  destinate a ospitare le attività dei tribunali.  La sua enorme mole  richiese quarant’anni di lavoro e il longevo Augusto lo inaugurò con un sontuoso trionfo nel 2 a.C.

Su via dei Fori imperiali  illustreremo il foro di Nerva, con il  tempio  dedicato a  Minerva, e potremo ammirare  il  meraviglioso  fregio marmoreo istoriato con il mito di Minerva e Aracne. Il foro,  iniziato da Domiziano  e terminato da Nerva è conosciuto anche con il nome di   foro   “transitorio" per la sua funzione di passaggio e le sue armoniose colonne scanalate  erano note  nel medio evo come le “  colonnacce del pantano”.

Su via dei fori imperiali scopriremo i marmi policromi del Foro  della Pace, riportati alla luce da scavi recenti . Il complesso, voluto da Vespasiano   aveva le sembianze di un giardino-museo, con  vasche d'acqua, rose  e statue. L'area, ricostruita  in epoca severiana (III sec. d.C.) ospitò il catasto cittadino ed  aveva al suo interno la Forma Urbis ,una  enorme pianta marmorea di Roma antica, giunta in parte sino a noi.

Di fronte al Foro di Traiano descriveremo le gesta dell ‘imperatore istoriate sulla colonna Traiana   ricostruiremo idealmente  la basilica Ulpia realizzata con i proventi delle campagne daciche dal grande architetto   Apollodoro di Damasco  , Fu il foro più grande mai realizzato  in epoca romana e la sua costruzione richiese lo sbancamento di un’intera collina.  Aveva funzioni forensi e commerciali ma era anche luogo della cosiddetta manomissione (dal lat. manumissio ), ossia l'atto pubblico di liberazione di uno schiavo da parte del padrone.

 

VISITA CULTURALE: DOMENICA 15 LUGLIO 21:00 


APPUNTAMENTO: ORE 20:45 PIAZZA DEL CAMPIDOGLIO 1, DIFRONTE LA STATUA DI MARCO AURELIO

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: €12,50/ a persona in loco al referente, referente adm. Si prega di portare con sé banconote di piccolo taglio

INFO&PRENOTAZIONI:   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  oppure  320 842 4686

Details
09 LUGLIO 2018
Domenica 22 luglio
Un emozionante passeggiata nel  cuore di Roma, tra piazze, piazzette, fontane e palazzi del potere,
tra suggestivi resti archeologici, scorci rinascimentali e barocchi,  storia e gossip

Ci incontreremo a  Piazza del Quirinale, uno dei sette colli   su cui venne fondata Roma che spazia sul panoramico Campo Marzio fino alla cupola di San Pietro. Qui  svetta l’omonimo palazzo,  residenza ufficiale del Presidente della Repubblica Italiana,  già residenza papale e  sede ambita  da  Napoleone che lo fece restaurare.   Lo incorniciano il settecentesco  Palazzo della Consulta , realizzato su antiche strutture termali e la Fontana dei Dioscuri, voluta da  papa Sisto V, da Domenico Fontana e destinata a portare acqua ai colli Viminale e Quirinale.
Non potevamo ovviamente escludere la prestigiosa Fontana di Trevi nota a livello mondiale e attraversare una delle più famose vie di Roma per i suoi locali unici e per i negozi che ospitano i grandi brand della moda italiana e internazionale.
Attraverso la Galleria Alberto Sordi raggiungeremo  Piazza Colonna, al cui centro svetta il prestigioso rotolo iscritto con le  campagne militari di Marco Aurelio e  scenograficamente  racchiusa da Palazzo Wedekind , con una teoria di tredici antiche colonne provenienti dal tempio di Veio, affiancato dal famoso palazzo della famiglia Chigi, ora sede della Presidenza del Consiglio e  ingentilita dalla  Fontana dei Delfini, piccola ma incantevole come le precedenti.
Arriveremo  a Piazza Montecitorio, fiancheggiata dall’imponente e movimentata mole dell’odierno palazzo del  Parlamento, progettato da Bernini al cui centro l’antico obelisco  romano che fu  segnacolo della  antica meridiana augustea.
Raggiungeremo Piazza di Pietra con i grandiosi  resti del Tempio di Adriano  e da li ci inoltreremo verso la mirabile piazzetta settecentesca che fronteggia Sant’Ignazio. Per finire ammireremo, Palazzo  Madama e  arriveremo a piazza Navona , con la strabiliante  Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini e i palazzi e le chiese voluta da Innocenzo X Panphili

 

Details
09 LUGLIO 2018

 

 

DOMENICA 5 AGOSTO

DUE APERTURE SPECIALI 


VISITA ALLA CASINA DEL CARDINAL BESSARIONE E AL SEPOLCRO DEGLI SCIPIONI


CON APERTURA STRAORDINARIA ED ESCLUSIVA PER ADM-ARTE 

IMPORTANTE: E’ NECESSARIA LA PRENOTAZIONE ENTRO E NON OLTRE VENERDI 3 

AGOSTO

 

UNA MATTINATA CON ADM ARTE ALLA SCOPERTA DI DUE LUOGHI VICINI FRA LORO E  RICCHI

DI TESTIMONIANZE STORICO-ARTISTICHE, IN UNA ZONA CENTRALE, ALL’INIZIO DELLA VIA APPIA

L'appuntamento è alle ore 9:50 a piazzale Numa Pompilio, angolo via di Porta San Sebastiano per iniziare la visita

alle ore 10:00 alla Casina del Cardinal Bessarione, situata in un parco  ombroso e dotato

di una splendida  loggia rinascimentale e affreschi coevi.

A poca distanza, alle ore 12:00 ci recheremo presso il Sepolcro degli Scipioni, del III secolo

a.C., l’illustre famiglia senatoria che diede i natali a Scipione Africano e  a Scipione Emiliano.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 12,50 al referente Adm-arte, si prega di portare

banconote di piccolo taglio.

Per info e/o prenotazione scrivere all'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamare il

numero 3208424686

 

 

Details
03 LUGLIO 2018

Il fascino di Trastevere è innegabile, col suo dedalo di strade ricche di storia che ancora parlano di uuna Roma che non c'è più, la Roma delle Ville imperiali e quella di Rugantino, passando attraverso il Medioevo che ha pnteggiato il rione di chiese e Madonnelle.
E saranno propio queste ultime con i loro manti azzurri spesso guasti dal tempo e dall'incuria, a guidarci come un azzurro filo di Arianna, in questo labirinto atemporale di scorci e ricordi finchè ci riconsegneranno sani e salvi alla quotidianità del traffico di Viale Trastevere

Passeggiata culturale: Sabato 7 luglio ore 18:00
Appuntamento: ore 17:45 a Porta Settimiana (via della Lungara, angolo Via Corsini)
Quota di partecipazione: €12,50 pagamento in loco
Prenotazione: per prenotarvi potete inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., oppure contattare il numero 3208424686 a cui potete inviare anche un messaggio (Sms o Whatsapp).

Details
18 MAGGIO 2018

 

VISITA CULTURALE: DOMENICA 20 MAGGIO. LA BASILICA DI SAN MARCO E LE VICENDE STORICO-URBANISTICHE DI PIAZZA VENEZIA

Inglobata nel rinascimentale Palazzo Venezia, solo parzialmente toccata dal traffico di Piazza Venezia, la basilica di San Marco, racchiude al suo interno un prezioso mosaico del IX sec. e opere di Melozzo da Forlì e Antonio Canova. La sua facciata, attribuita a Leon Battista Alberti, è stata testimone degli stravolgimenti che hanno portato all’assetto attuale della piazza, cuore moderno della città, dalla realizzazione del Vittoriano all’apertura della via del Mare. Rievocheremo le corse dei berberi e il Carnevale romano, sfoglieremo pagine di storia recente, come la dichiarazione dell’entrata in guerra dell’Italia nel 1940 fatta da Mussolini dal balcone di Palazzo Venezia, e Madama Lucrezia, dal suo angolo appartato, tornerà a raccontarci di lei e delle altre statue parlanti.

 

VISITA D’ARTE h. 10.30 – 12.30 

APPUNTAMENTO h. 10.15 Piazza San Marco, all’ingresso della basilica

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 12.50/ persona in contanti. Si prega di portare con sé banconote di piccola taglia.                                                               

INFO & PRENOTAZIONI     Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  oppure  320 842 4686

 

Details
12 MAGGIO 2018

 “Rosa rosae“: il roseto comunale
e il volto femminile dell’Aventino incantato
affacciato da un lato sul Circo Massimo e Palatino e dall’altro sul Tevere, con le sue basiliche paleocristiane , protese come bastioni, in un silenzio irreale.
Luogo che vide per primo il sorgere del monachesimo femminile.

Descriveremo la storia di questi siti , delle dee e dei martiri, delle sante ma anche di spregiudicate donne di potere che regnarono su Roma.

La nostra passeggiata avrà inizio di fronte al monumento dedicato a Giuseppe Mazzini, noto protagonista del nostro Risorgimento. Da lì ammireremo l’imponente mole dei palazzi imperiali del Palatino e del Circo Massimo, tracciandone , a grandi linee, la storia e l’evoluzione fino ai giorni nostri.
Visiteremo il suggestivo roseto comunale che apre i suoi cancelli al pubblico nel momento di massima fioritura, tracciando in breve storia ed evoluzione della rosa, ove oggi 1.100 specie diverse sbocciano in un trionfo di colori e profumi, in un sito che fu tempio di Flora e cimitero ebraico. Dagli intensi profumi e colori del roseto ci dirigeremo al giardino degli Aranci, antico bastione romano e poi medievale di controllo sul Tevere e di lì ammireremo la città che si distende ai nostri piedi.
Visiteremo la Basilica paleocristiana di Santa Sabina, fondata nel 425 d.C ,sorta su una antica domus e su un tempio arcaico di IV secolo a.C, che mostra antichi mosaici e la più antica raffigurazione della crocefissione di Cristo ma che conserva anche uno dei rari quadri sopravvissuti della pittrice Lavinia Fontana.
Racconteremo la storia di questo luogo misterioso, che per natura e collocazione è stato sempre considerato magico e che mantiene da secoli un aspetto “senza tempo”, lontano dalla frenesia della città moderna. Seguiteremo verso la Chiesa di Sant’Alessio fino a Piazza dei Cavalieri di Malta progettata da Giovan Battista Piranesi per il prestigioso ordine e la Chiesa di Sant’Anselmo, esempio ottocentesco di stile neoromanico, sorta su un’antica villa romana, divenuto poi palazzo imperiale di Alarico II.
PASSEGGIATA D’ARTE: Domenica 13 maggio ore 16:00
APPUNTAMENTO: Piazzale Ugo la Malfa (p.to di riferimento il monumento di Giuseppe Mazzini – Circo Massimo) ore 16:00
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: €12.50 a persona in loco. Si prega di portare con sé banconote di piccolo taglio.
Prenotazioni: è possibile prenotarsi inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,oppure contattando il 3208424686 al quale è possibile inviare un messaggio (Sms o Wathsapp).
Vi chiediamo cortesemente di scrivere nella prenotazione il propio nominativo, il numero dei partecipanti e un riferimento telefonico per eventuali contattati in caso di variazioni di programma.

 

Details
27 MARZO 2018

Alla scoperta delle meraviglie dei Musei Vaticani e della Cappella Sistina (Senza fare la fila)

Sabato 5 maggio alle ore 14:30

La visita guidata include:  il Museo Pio Clementino, le Gallerie dei Candelabri, delle Carte Geografiche e degli Arazzi, le Stanze di Raffaello e la Cappella Sistina.

La durata della visita è di circa 2 ore.

Quota di partecipazione €40 include (salta coda, costo della guida, auricolari e la visita al Museo Pio Clementino, le gallerie dei Candelabri, delle Carte Geografiche, degli Arazzi, La Cappella Sistina e le Stanze di Raffaello).


Appuntamento ore 14:00 (Massima puntualità), Viale del Vaticano, davanti
all'ingresso dei Musei Vaticani

Pagamento: Per mezzo di bonifico bancario all'IBAN IT05 Z076 0103 2000 0100 6046 930 con Causale: Visita Guidata ai Musei Vaticani

Il bonifico deve essere inviato come allegato all'indirizzo e-mail segreteria@adm-arte.it, dove inoltre è necessario specificare il proprio nominativo il numero dei partecipanti.

P.S Prenotarsi in tempi rapidi, i posti disponibili sono limitati

 

 

 

Details
22 FEBBRAIO 2018

Sabato 24 marzo: Safari in Campo Marzio tra miti, storie e leggende 

Una passeggiata nel cuore di Roma, a caccia degli animali che si annidano da secoli sulle facciate dei palazzi, nella toponomastica, nei monumenti e nelle fontane e che ci guardano spesso passare frettolosi e distratti, ignari quasi della loro presenza. Li scoveremo uno ad uno, partendo da via del Plebiscito e terminando a Piazza Augusto Imperatore, muovendoci tra vicoli e piazze, e ci faremo raccontare da loro i miti e le leggende che li riguardano, scoprendo così questi nostri concittadini dalle tante tipologie e dalle vicende affascinanti.

Visita culturale: Sabato 24 marzo ore 16:15-18:15 (Circa).
Quota di partecipazione €12,50
prenotazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., o 3208424686

 

Details
22 FEBBRAIO 2018

 

Domenica 04/03/2018

Uno scrigno di grandi capolavori:

MUSEO NAZIONALE ROMANO DELLE TERME DI DIOCLEZIANO

Dopo trent’anni di chiusura e sei di restauri, la recente  riappropriazione da parte della città del grandioso scheletro corroso ma ancora imponente e carico di messaggi e suggestioni delle Terme di Diocleziano, con l’apertura della Natatio, la più grande piscina scoperta dell’antichità, offre un colpo d’occhio scenografico e mastodontico, degno delle dimensioni ciclopiche di questo impianto termale, sorto in pieno centro città il quale doveva rendere appieno i fasti del  potere assoluto e a tratti illuminato dell’imperatore Diocleziano Erette nel 306, tra il Viminale e il Quirinale, le Terme di Diocleziano sono infatti il più grandioso complesso termale mai costruito nel mondo romano. Abbandonate nel V secolo, in seguito al taglio degli acquedotti  che  le alimentavano, i suoi imponenti ruderi furono per secoli ammirati dai viaggiatori di tutti i tempi e frequentati spesso da Francesco Petrarca.Nel 1561 unaparte del complesso venne trasformata in certosa con annesso grandioso chiostro progettato da Michelangelo ed è oggi parte integrante del museo. Alcuni ambienti furono invece trasformati nella chiesa di S. Maria degli Angeli (visita a parte). Questo suggestivo contenitore espone reperti importantissimi. Oltre a statue fittili e in marno, sarcofagi, frontoni di templi, tombe ipogee, altari, vi è esposta un ’interessante e divertente collezione epigrafica con numerosi oggetti” parlanti” (iscritti) che narrano la vita quotidiana nell’antica Roma: le donne, la schiavitù, il cursus honorum,i mestieri, i miti, la religioni, le campagne elettorali di Catone e Catilina e persino i riti magici dell’epoca (filtri d’amore ed altro).

 

VISITA D’ARTE: h.15:00

APPUNTAMENTO  Viale Enrico de Nicola, 79 all’ingresso del complesso, davanti alla Stazione Termini.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 12.50/ persona,  in loco alla referente,  in contanti. Si prega di portare con sé banconote di piccola taglia.

INFO & PRENOTAZIONI: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  oppure  320 842 4686

Details
22 FEBBRAIO 2018

 

Sabato 10 marzo

Nel cuore archeologico di Roma: Foro Boario e Foro Olitorio

 

Nel cuore archeologico di Roma sorge l’area del foro Boario, legata alla figura mitologica di Ercole il quale, si narra, vi sconfisse il gigante Caco, che gli aveva rubato i buoi conquistati a Gerone. Divenne dunque il mercato dei buoi, e la testimonianza più antica è proprio un altare costruito in onore a Ercole (l’Ara Maxima), che era il protettore del luogo e dei commercianti.

Questa pianura compresa tra il Tevere e Campidoglio e Palatino, assunse un’importanza fondamentale fin dagli albori della città di Roma, permetteva infatti il controllo del fiume e proprio qui ebbero inizio i primi scambi commerciali con gli Etruschi e i Greci grazie alla fondazione del Portus Tiberinus. Oltre il Foro Boario nacque proprio accanto il Foro Olitorio, l’area del mercato della frutta e verdura e dell’olio (da qui il nome).

Ancora oggi il luogo esercita un certo fascino, in quanto possiamo vedere i due templi romani meglio conservati, quello della Fortuna Virile (ovvero di Portuno), e quello circolare detto di Vesta, ma in realtà intitolato a Ercole vincitore.

Un ulteriore motivo di fascino esercita indubbiamente la famosa Bocca della Verità, posizionata appena fuori la chiesa di Santa Maria in Cosmedin, davanti la quale ogni giorni centinaia di turisti fanno la fila aspettando di farsi la foto ricordo! Ma in realtà di che si tratta? Lo scopriremo insieme…

Inizieremo la nostra visita presso la chiesa di Santa Maria in Cosmedin, costruita tra VI e VII secolo in un luogo pregno di storia che vede la fondazione dell’ara Maxima di Ercole, primo centro di culto dedicato all’eroe. La chiesa venne affidata a dei monaci greci e le venne attribuito il titolo di “Kosmidion”, cioè ornamento, in memoria dell’omonimo edificio di Bisanzio.

Sul lato sinistro del portico è presente l’attrazione principale della chiesa, la Bocca della verità.

Ci sposteremo quindi nell’area vera e propria del Foro Boario, e avremo modo di ammirare da vicino il tempio rettangolare di Portuno (divinità fluviale) del II-I sec. a.C., già noto come tempio della Fortuna Virile, e il tempio rotondo di Ercole Vincitore che costituisce il più antico tempio in marmo presente a Roma; costruito nel II sec. a.C.

Entrambi i templi vennero trasformati in chiese cristiane, ma oggi noi possiamo vederli come dovevano apparire in origine grazie a sapienti lavori di restauro.

Proseguiremo la nostra passeggiata andando verso quello che doveva essere il Foro Olitorio, che oggi corrisponde all’area sacra di Sant’Omobono, dove sono visibili i resti del Tempio di Mater Matuta, divinità orientale, dea dell’alba e della fertilità, la cui fondazione risalirebbe all’età regia di Servio Tullio (578-534 a.C.). Venne ricostruito nel V sec. a.C. insieme al tempio gemello dedicato a Fortuna.

Termineremo la nostra visita presso la Basilica di San Nicola in Carcere che ingloba al suo interno e nei sotterranei i resti di tre templi che erano allineati ivi in epoca romana: dedicati a Giunone SospitaGiano e Spes.

 

Visita guidata mattutina ore 10:30 – 12:30

APPUNTAMENTO: Ore 10:15 Santa Maria in Cosmedin in Piazza della Bocca della Verità, 18

Durata: 2h

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 12.50 a pax 

Per info e prenotazioni: scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. lasciando tutti i riferimenti per essere contattati oppure chiamare il n. 3208424686

 

Details

La Nostra Mission

La nostra missione è quella di promuovere la vita attraverso l’arte e il patrimonio monumentale, archeologico e la cultura. Animati da uno spirito di solidarietà e fratellanza, puntiamo all'incontro e il confronto delle culture del mondo al fine di conoscerle, apprezzarle ed imparare a vivere la diversità come un valore. Il nostro orizzonte è quello di un mondo in cui l’arte e la cultura siano una via di “apertura alla vita”, alla pace, alla fratellanza e alla solidarietà.

Questo sito utilizza i cookies: continuando accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra.